Se Francesco predichi che tutti si salvano a prescindere

La catechesi di Francesco sul cristiano di fronte alla morte di mercoledì 11 ottobre ha provocato un nuovo assalto di quelli che l’accusano d’eresia: ha detto che “tutto verrà salvato” e hanno interpretato che “tutti” saranno salvati, anche senza pentimento, da Hitler ai pedofili. Ma il Papa non aveva detto “tutti”, aveva detto “tutto” intendendo – com’è lampante dal contesto – il “tutto” di una vita cristiana magari tribolata purché vissuta nella perseveranza. A dimostrazione che si questo si tratti, riporto nei commenti per intero i due primi paragrafi della catechesi evidenziando in nero le espressioni che chiariscono quel concetto, facendoli precedere da una mia sintesi della faccenda e aggiungendo in coda due noterelle.

Commenti (7)

Giancarlo Politi alle prese con la prova dell’Alzheimer

Ho conosciuto il padre Giancarlo Politi del Pime e l’ho intervistato negli anni e ora scopro che ha l’Alzheimer e leggo sue parole vere d’invito agli altri malati a non scoraggiarsi, a restare umani nella prova: gli mando un abbraccio e nei commenti dico chi è, e riporto le parole che ha detto in un’intervista video che considero importante e metto il link a essa. Buona domenica ai visitatori.

Commenti (10)

Se Bergoglio neghi il giudizio la dannazione e l’inferno

Papa Bergoglio – dicono quelli che lo dicono eretico d’ogni eresia –
nega il giudizio, la necessità della conversione e della penitenza, il “non peccare più”, la possibilità della dannazione e dell’inferno. Affermerebbe insomma che tutti si salvano “a buon mercato”. Naturalmente non è vero: eccomi dunque a segnalare nei commenti i richiami del Papa a quegli elementi essenziali del credo e della vita cristiana. Mi scuso per la lunghezza, sono solo alcuni dei tanti che avrei voluto linkare.

Commenti (129)

Se Dio non si fa vedere

“Bisogna chiedere al Signore che si faccia vedere” ha detto Bergoglio il 25 settembre esortando i fedeli a stanarlo con le buone: “Vieni Signore, vieni, vieni”. Ma non è una trovata del Papa venuto dalla pampa argentina, se già il cardinale Ratzinger che veniva dalla teologia tedesca aveva così pregato nella Via Crucis del 2005: “Signore Gesù mostrati di nuovo al mondo in quest’ora”. Si direbbe che i due Papi avvertano la necessità di un rilancio d’immagine.

Commenti (13)

Francesco: “La morte è uno sfregio al disegno di Dio”

Stamane all’udienza in piazza il Papa ha svolto una straordinaria catechesi sulla speranza cristiana con riferimento alla promessa di Apocalisse 15: “Udii una voce dal cielo che diceva: Scrivi: d’ora in poi, beati i morti che muoiono nel Signore”. Nei commenti i brani centrali.

Commenti (152)

Il ratto delle navi e un paio di donnesche meraviglie

Studentessa di Scienze Naturali discute alla Sapienza una tesi sulle modificazioni nel tempo della mandibola del “Rattus rattus” detto anche ratto nero, delle navi, dei tetti, degli alberi. Ascoltandone la presentazione apprendi che questo topo – che viene dall’India – l’abbiamo portato noi europei e italiani in tutto il mondo con le scoperte geografiche: “popolo di navigatori”. La prof che presiede la commissione in fase di proclamazione chiama “cara” la studentessa e poi spiega in privato che quell’appellativo era di lode: “Ho la fobia dei topi e che abbia ottenuto ch’io l’ascoltassi per dieci muniti senza svenire è un segno di bravura”.

Commenti (13)

Eccomi all’acquedotto della Rinascente


Sono andato alla nuova Rinascente di via del Tritone, otto piani di vestiti calzature cosmetici gioielli ristoranti e io inappetente e inacquirente ma tirato in giù al piano interrato dalle dieci arcate dell’Acquedotto Vergine e portato in su, al terrazzo panoramico, dal tiburio e dal campanile di Sant’Andrea delle Fratte, che trovate nelle foto del primo e secondo commento.

Commenti (6)

Bertone l’appartamento Profìti e le riforme

“Senza Papa Francesco questo processo non ci sarebbe stato ma esso è stato condotto come se Francesco non ci fosse”: è la mia sentenza sulla sentenza che conclude il processo per la ristrutturazione dell’appartamento del cardinale Bertone. L’ho pronunciata ieri in un articolo pubblicato oggi dal “Corriere della Sera” a pagina 16 con il titolo “Un anno a Profiti per l’attico di Bertone”. Nei commenti qualche ragguaglio.

Commenti (41)

Con gl’immigrati tornano i bimbi sulla piazzuola in frotta

Sulla via ch’è sotto le mie finestre, dove sempre ci sono passanti e commercianti sulle porte, da alcuni mesi abbiamo quattro bambini: uno della signora peruviana della Paninoteca e tre dell’egiziano del Kebab, e gridano e si rincorrono, come si faceva una volta. Che bello che riabbiamo i bambini grazie agli immigrati. Che bello che abbiamo gli immigrati.

Commenti (64)

Se il discernimento sia nella Scrittura

“Ma il discernimento è nella Scrittura?” chiede il rude al maestro delle cose sacre. “Sicuro – risponde il maestro – lo trovi nella Prima ai Corinti 11 ed è detto proprio in riferimento al mangiare e al bere il pane e il calice del Signore”. Nel primo commento le parole di Paolo, nel secondo qualche altra battuta scambiata tra il rude – che sono io – e il maestro che è il mio parroco.

Commenti (26)

« Articoli precedenti Pagina successiva » Pagina successiva »