Il mio abbraccio ad Antonio Riboldi vescovo dei tribolati

“Fin dal primo incontro, 51 anni fa, mi colpì questo lombardo dalla figura sobria e dalla vita comunicativa che aveva avuto la capacità di farsi siciliano, come poi seppe farsi campano e come infine ha saputo mettersi in internet e – ringiovanito – ha preso a farsi tutto a tutti con il sito che aveva avviato nel 1997 (www.vescovoriboldi.it) e che ultimamente aveva trasformato in newsletter”: è un capoverso del mio ricordo del vescovo Antonio Riboldi, morto stamane a 94 anni, pubblicato ora ora del corriene.it.

Commenti (8)

Carmelo che ieri era un boss e oggi è un volontario

“Trovando il bene dentro di te lo vedi da tutte le parti”: parole di Carmelo Musumeci, mafioso ed ergastolano, che lunedì 20 novembre ho ascoltato a TV2000 e che offro come un dono incoraggiante ai miei visitatori. Nei commenti il contesto di quelle parole e qualche notizia per intenderle.

Commenti (13)

Ascisse e ordinate delle parole del Papa su Gerusalemme

Per inquadrare quanto detto dal Papa su Gerusalemme – vedi post di ieri – può essere utile un piano cartesiano che dia sull’asse delle ascisse le affermazioni sulla Città Santa dei predecessori di Francesco e su quello delle ordinate il pronunciamento convergente di tutte le Chiese cristiane di Terra Santa. Nei commenti gli elementi di queste coordinate.

Commenti (4)

Francesco contro la mossa di Trump su Gesusalemme

“Profonda preoccupazione” del Papa per la decisione statunitense di spostare l’ambasciata a Gerusalemme riconoscendola come capitale di Israele. Al termine dell’udienza generale, in perfetta continuità, anche di linguaggio, con i predecessoti Giovanni Paolo e Benedetto, Francesco ha formulato un “accorato appello” perchè si rispetti lo “status quo della città”, in conformità con le Risoluzioni delle Nazioni Unite; e si eviti di aggiungere nuova tensione in uno scenario mondiale “già convulso e segnato da tanti e crudeli conflitti”. Nel primo commento il testo del Papa.

Commenti (15)

Inchiesta sul “pensiero incompleto” del gesuita Bergoglio

Almeno in tre occasioni Papa Bergoglio ha parlato del gesuita come persona “dal pensiero incompleto”, cioè “aperto”. Sto lavorando su questo per la rivista “Il Regno” e chiedo aiuto: l’origine dell’espressione, se qualcuno l’abbia usata prima, o sia sua. Se l’usasse prima del Pontificato. Come intenderla per completo. Nei primi commenti riporto e linko le tre fonti.

Commenti (20)

Francesco: mi fa bene quando riesco a incontrare il popolo

Del colloquio del Papa con i giornalisti, ieri in aereo, riporto cinque risposte partendo dall’ultima sul contatto con i popoli dei due paesi che – dice – lo ha reso “felice”. Le altre riguardano l’incontro dell’altro ieri con i Rohingya, quello con il generale Hein l’uomo forte del Myanmar, il futuro dei due paesi visitati, la possibilità un giorno di “mettere il naso in Cina”.

Commenti (168)

Vado a rinnovare la patente e trovo una classe di vecchietti

Sto bene con gli over 70 e a somigliar ai sui non è vergogna. Ero ieri in un’autoscuola a rinnovare la patente che scade ai settantenni ogni tre anni agli ottantenni ogni due. E nel primo commento dico quello che ho visto e sentito.

Commenti (9)

Papa: “La presenza di Dio oggi anche si chiama Rohingya”

Incontro del Papa oggi a Dhaka, capitale del Bangladesh, con un gruppo di profughi Rohingya, sfociato in parole appassionate, di impronta evangelica. Nei commenti la parlata improvvisata e qualche altra affermazione.

Commenti (12)

La mamma non è negoziabile

– Perché le mamme non possono restare?
– Perché nella scuola possono stare solo le maestre. Hai visto quanto sono carine?
– Sono carine, ma le mamme sono più carine.
[Bambina di tre anni per mano alla mamma che l’accompagna alla scuola materna percorrendo via dei Quattro Cantoni, zona Esquilino: la mia]

Commenti (1)

“La vendetta non è la via di Gesù” dice Francesco a Yangon

“La vendetta non è la via di Gesù” ha detto oggi Francesco ai cattolici spesso perseguitati del Myanmar. Li ha invitati a dialogare con la maggioranza buddista del paese, ha fatto appello ai buddisti perchè accettino di realizzare una nazione “inclusiva”, ha incoraggiato i vescovi ad avere insieme l’odore delle pecore e di Dio. Nei commenti i passi più vivi dei tre discorsi.

Commenti (24)

« Articoli precedenti Pagina successiva » Pagina successiva »