L’immediatezza dello sguardo è donna

Quando si azionava l’esposimetro e si metteva a fuoco, era più frequente che a scattare foto fossero gli uomini. Ora che basta toccare il display dello smartphone mi pare siano di più le donne. L’immediatezza dello sguardo gioca a loro favore.

Commenti (8)

La buona idea di un santuario pontificio a Medjugorje

“La commissione Ruini si è pronunciata per la fine dell’attuale divieto dei pellegrinaggi organizzati (13 tra membri ed esperti su 14 presenti) e ha votato a maggioranza in favore della costituzione a Medjugorje di ‘un’autorità dipendente dalla Santa Sede’ e per la trasformazione della parrocchia in santuario pontificio”: è un’informazione contenuta in un servizio del collega Tornielli. Nei commenti riassumo gli elementi forniti dal collega e abbozzo una giudiziosa conclusione provvisoria.

Commenti (35)

Il Papa che motteggia su Medjugorje

Il Papa che motteggia su Medjugorje è un fatto nuovo. Scomodo. Scatenante. Provoca parresia e brainstorming: libere reazioni e tempesta di cervelli. Ma anche parolacce. Costringe a ripensare. Nei commenti i miei ripensamenti.

Commenti (155)

Medjugorje: le conversioni i dubbi e “io sono più cattivo”

Tornando ieri da Fatima il Papa sull’aereo ha parlato di Medjugorje e dei lefebvriani, di Trump che incontrerà presto, del “vescovo vestito di bianco” del segreto affidato da Maria ai pastorelli. Nei commenti le parole più interessanti.

Commenti (49)

Papa: la Vergine è venuta qui a ricordarci la luce di Dio

La Vergine Madre non è venuta qui perché noi la vedessimo: per questo avremo tutta l’eternità, beninteso se andremo in Cielo. Ma Ella, presagendo e avvertendoci sul rischio dell’inferno a cui conduce una vita – spesso proposta e imposta – senza Dio e che profana Dio nelle sue creature, è venuta a ricordarci la Luce di Dio che dimora in noi e ci copre, perché, come abbiamo ascoltato nella prima Lettura, il «figlio fu rapito verso Dio» (Ap 12,5): così ha parlato stamane il Papa proclamando santi i pastorelli Giacinta e Francisco. Nei commenti altri brani dell’omelia e delle parole dette ieri dal Papa in Fatima.

Commenti (54)

Ernesto e Fausto: gli spari e l’incontro dopo quarant’anni

Il terrorista e la vittima s’incontrano dopo quarant’anni. Il “Corriere della Sera” racconta l’incontro. Nei commenti le parole dell’uno e dell’altro.

Commenti (3)

Come un asinello in una stalla

«Quando il popolo di Dio si ferma, diventa prigioniero, come un asinello in una stalla», sta lì e «non capisce, non va avanti, non approfondisce la fede, l’amore, non purifica l’anima»: così ha parlato stamane Francesco nell’omelia della messa al Santa Marta. Nei commenti il sale della similitudine.

Commenti (28)

A Fatima per affidare alla Madonna le sorti dell’umanità

“Venerdì e Sabato mi recherò a Fatima per affidare alla Madonna le sorti temporali ed eterne dell’umanità”: parole di Francesco all’udienza in piazza di stamane. Nel primo commento la richiesta d’accompagnarlo nella preghiera e nel secondo una mia postilla.

Commenti (56)

Dissertatio Theologica de Papolatria – Lipsia 1726

Provocato dall’ultimo mio post sulla “papolatria” inteso a convertirla in “papalatria” un visitatore che non si presenta mi segnala con un link una dissertazione accademica “de papolatria” tenuta e pubblicata a Lipsia nel 1726. Nel primo commento metto il suo link e nel secondo altri due da me scovati e rilancio la questione ai visitatori che ne sanno di più.

Commenti (16)

Ma perché si dice “papolatria” e non “papalatria”?

Torna nei commenti dei visitatori la parola “papolatria”, che i vocabolari di mia fiducia (Battaglia e Treccani) non registrano. Non ho nulla contro le parole nuove, neanche quando mi appaiono superflue: per i partigiani del Papa avevamo papismo, che trovo sufficiente. Ma volendo la novità, non si dovrebbe dire “papalatria”? Il termine di partenza infatti è “papa” e non “papo”. Le parole composte con “papa” o da essa derivate mantengono la “a” di mezzo e non ne vedo che la mutino in “o”: papacentrico, papale, papalina, papalmente, papalone, papamobile, paparina, papatico, papato. Perché ciò dovrebbe accadere se l’uniamo a “latria”?

Commenti (30)

« Pagina precedente« Articoli precedenti « Pagina precedente · Pagina successiva » Articoli successivi »Pagina successiva »