Maurizio Costanzo ovvero la fedeltà infedele

Maurizio Costanzo: “Perché mi sono sposato quattro volte? Se il matrimonio finiva non cercavo un’amante”. Ma vedi l’intera intervista del Corsera. Nel primo commento un altro frammento.

8 Commenti »

  1. Luigi Accattoli scrive,

    10 marzo 2017 @ 22:49

    Alla soglia degli 80 anni, il bilancio è positivo? «Di sbagli ne ho commessi. Per fortuna la memoria ti salva, perché cancella molti brutti ricordi. A volte penso che si avvicina il momento del congedo: la morte è una liberazione, il dispiacere è di lasciare le persone che ami».

  2. Victoria Boe scrive,

    11 marzo 2017 @ 13:32

    Sconcertante ma anche ridicola motivazione, quella di Costanzo.
    Non vedo differenza, se non puramente formale, tra il farsi un’amante e il matrimonio.
    Un escamotage per mettersi in pace con la propria coscienza.
    Della serie: come APPARIRE in regola; tanto, poi, se le cose non vanno, posso sempre separarmi.
    Suppongo che anche la quarta moglie sia stata sposata con le stesse intenzioni. Solo che in questo caso lei, molto più giovane di lui e forse anche più furba e intelligente, lo ha “incastrato” per benino.
    Alla soglia degli 80 non resta che fare un bilancio e rinunciare a fare i furbi.
    E tenersi ben stretta una moglie giovane divenuta, fra l’altro, più popolare di lui.

  3. Victoria Boe scrive,

    11 marzo 2017 @ 13:40

    Ho dimenticato di dirti, Luigi, che i link agli articoli del Corriere non funzionano. Solo gli abbonati hanno l’accesso.
    La qual cosa non mi piace affatto, e comunque è così.

  4. Luigi Accattoli scrive,

    11 marzo 2017 @ 16:04

    Victoria non sono padrone del digitale, procedo a tentoni. Prova a fare la ricerca in internet con le parole

    maurizio-costanzo-perche-mi-sono-sposato-4-volte-se-matrimonio-finiva-non-cercavo-un-amante

    E dimmi se funziona. A me pare di sì.

  5. Luigi Accattoli scrive,

    11 marzo 2017 @ 16:10

    Quanto a Maurizio Costanzo volevo appunto segnalare la singolarità di quella motivazione per i tanti matrimoni. Il mondo è sempre quello: “Hai avuto cinque mariti e quello che hai ora non è tuo marito”. Rispetto alla libertaria Samaria del tempo di Gesù, Costanzo è indietro di due giocate.

  6. Federico Benedetti scrive,

    11 marzo 2017 @ 16:52

    Costanzo avrebbe dovuto aggiungere che ogni moglie era dieci anni più giovane della precedente. Questo chiarisce le ragioni di tanti divorzi e di tante nuove nozze… Quanto alla Samaritana, mi viene in mente una differenza non di poco conto: allora le donne “dipendevano” economicamente da un “marito”, motivo per cui la Samaritana aveva un bisogno materiale che la costringeva a trovare sempre una persona a cui legarsi. Questa può essere una scusante che Costanzo non può certo invocare…

  7. antonella lignani scrive,

    11 marzo 2017 @ 20:39

    A me il link si apre.

  8. roberto 55 scrive,

    12 marzo 2017 @ 2:10

    Anche a me.
    Comunque, quattro mogli ……………! Io fatico a conservarne una ……… -)))))))))
    Buona notte e buona domenica !

    Roberto Caligaris

RSS feed per i commenti a questo articolo

Lascia un Commento

Il commento sarà pubblicato dopo l'approvazione del moderatore del blog - perdona l'attesa

Devi essere collegato per inviare un commento