Vado a rinnovare la patente e trovo una classe di vecchietti

Sto bene con gli over 70 e a somigliar ai sui non è vergogna. Ero ieri in un’autoscuola a rinnovare la patente che scade ai settantenni ogni tre anni agli ottantenni ogni due. E nel primo commento dico quello che ho visto e sentito.

9 Commenti »

  1. Luigi Accattoli scrive,

    2 dicembre 2017 @ 23:30

    Ero forse il più giovane. Eravamo una ventina: sarà stata l’ora, le 16.00, a radunare la gente di molte stagioni. Ma quanti siamo in Roma i vecchietti guidatori! Due erano con i bastoni. “Fija mia certo che guido ancora. Non è che me sento tanto sicura, l’ammetto. Ma che fò, non esco più? Vado pianetto e guido”. “Io signora mia non fò nessuna fatica a guida’. Solo a salì in macchina, quello sì, ma quanno so’ salito, vado”. Il pezzo pastoso è stato di uno di 79 che al controllo della vista non vedeva un accidente e berciava col dottore: “Io ce vedo, nun è che nun ce vedo. Solo che qui nun c’è luce, perché nun accende quer faretto?” Da quando non cambia gli occhiali? “Manco me ricordo”. Li cambi, poi torna e le faccio il certificato. “Ma je dico che io ce vedo! E’ lei che non me vole accenne er faretto. Perchè ce l’avete ar muro? Per bellezza?”. Ne poteva venire un film. Tutto questo si diceva ieri a via Merulana 70. Un fermo immagine dell’Italia che invecchia e dei vecchietti in salute.

  2. antonella lignani scrive,

    3 dicembre 2017 @ 13:22

    Beati voi! A me gli occhi proprio non mi assistono!

  3. Luigi Accattoli scrive,

    3 dicembre 2017 @ 13:29

    Antonella tu guidi?

  4. antonella lignani scrive,

    3 dicembre 2017 @ 14:08

    Guidato tanti anni fa! Ora non ho più la patente né l’automobile! Ma non è poi un grosso problema! A Città di Castello giro a piedi!

  5. antonella lignani scrive,

    3 dicembre 2017 @ 14:10

    Guidavo e mi piaceva.

  6. Clodine-Claudia Leo scrive,

    3 dicembre 2017 @ 14:51

    Dice:”io ce vedo, nun è che nun ce vedo..”.
    Il fatto è che certi proprio nun ce vedono proprio . L’altro giorno un anziano è passato col rosso,qui, sulla Tiburtina. Ero col mio nipotino assieme ad altri e ci fa il pelo. Un ragazzotto accanto a me gli fa le corna, lui alza il medio e dice: “tanto so vedovo tiééé , te la pii nder’culo”.
    Hai capito?

  7. Clodine-Claudia Leo scrive,

    3 dicembre 2017 @ 15:03

    Spero non si scandalizzino lor signori in tal caso chiedo scusa!
    Ma il dialetto capitolino popolare è così …spontaneo, forbito, a volte ciò che ad altri può sembrare “insulto” per un romano non è tale.

  8. Andrea Salvi scrive,

    3 dicembre 2017 @ 15:19

    Se ha visto che gli facevano le corna non era del tutto cieco…

  9. Federico Benedetti scrive,

    3 dicembre 2017 @ 15:38

    Ho fatto anch’io la stessa esperienza quando ho rinnovato la patente: moltissimi anziani, anche ultraottuagenari e ipovedenti, che pagano e ottengono il rinnovo. Saranno sicuramente prudenti, useranno magari poco l’auto, però c’è poco da stare tranquilli…

RSS feed per i commenti a questo articolo

Lascia un Commento

Il commento sarà pubblicato dopo l'approvazione del moderatore del blog - perdona l'attesa

Devi essere collegato per inviare un commento