Imparerò molte cose

Il figlio diciannovenne ha vinto una borsa e parte per gli Usa dove farà l’università. Papà e mamma quasi piangono. Il ragazzo non sa come consolarli. Dice: “Imparerò molte cose”. I due un poco si consolano.

6 Commenti »

  1. Lorenzo Cuffini scrive,

    1 gennaio 2018 @ 23:39

    Auguroni al bravo borsista e un abbraccio a mamma e a babbo.
    🙂

  2. giuseppe di melchiorre scrive,

    2 gennaio 2018 @ 9:41

    La “colpa” è tua, Luigi!… Non si dice “talis pater, talis filius?”…. 🙂 🙂 🙂
    Sto scherzando, ovviamente… per fare gli auguri e i complimenti al padre e al figlio, ma anche alla mamma che può “aver concorso nella colpa”… 🙂
    E poi “ad meliora semper!”….
    Approfitto dell’occasione per rinnovare gli auguri di buon anno a te e famiglia, e per estenderli ai tuoi affezionati visitatori…

  3. Fabrizio Scarpino scrive,

    2 gennaio 2018 @ 12:07

    In bocca al lupo a tuo figlio, Luigi e congratulazioni per la borsa di studio vinta.

    Ad maiora!

    Fabrizio

  4. Federico Benedetti scrive,

    2 gennaio 2018 @ 15:47

    È comunque un privilegio che a molti non è consentito e del quale ringraziare il Signore. Anche mio padre a quell’età doveva partire per l’America, ma a fare l’operaio e per aiutare la famiglia a tirare avanti. Non andò per via del servizio militare e poi non è più partito… Non ho mai capito se ha “perso” l’occasione della sua vita o se si è “salvato”..

  5. Leopoldo Calò scrive,

    2 gennaio 2018 @ 17:31

    La partecipazione degli eventi famigliari contribuisce alla familiarità fra gli ospiti del pianerottolo e il padrone di casa: così la intendo, congratulandomi con Luigi ed esprimendo la mia condivisione per il dispiacere, rimediabile ma sempre dispiacere, per la lontananza che questo tempo gli regala. E poi è vero, il ragazzo imparerà molte cose.

  6. Andrea Salvi scrive,

    3 gennaio 2018 @ 17:56

    Concordo sul fatto che non è un momento facile per padre e madre.
    Ogni medaglia ha 2 facce.
    In questo caso come genitori di una delle 2 façce faremmo volentieri a meno.
    Se non altro non correrai il rischio di un figlio che non se ne va più da casa.

RSS feed per i commenti a questo articolo

Lascia un Commento

Il commento sarà pubblicato dopo l'approvazione del moderatore del blog - perdona l'attesa

Devi essere collegato per inviare un commento